Per diversi mesi dopo la sua nascita, questa bambina non ha avuto visitatori: guarda il video per saperne di più sulla sua vita

Il primo pensiero di Liz Smith quando ha visto la bellissima bambina dagli occhi azzurri,

mentre si dirigeva al lavoro come direttrice dell’infermeria all’ospedale per bambini di Franciscan a Brighton, Massachusetts, è stato: “Chi è questa adorabile angelo?”

Era una prematura in terapia intensiva neonatale (NICU) e avrebbe cambiato per sempre la vita di Smith. Giselle, una bimba di otto mesi sotto tutela statale, aveva trascorso cinque mesi in ospedale.

Per diversi mesi dopo la sua nascita, questa bambina non ha avuto visitatori: guarda il video per saperne di più sulla sua vita

Era nata prematura, pesava poco meno di due chili ed era stata diagnosticata con la sindrome da astinenza neonatale.

Gisele era nata nel luglio del 2016 e al terzo mese lo Stato del Massachusetts aveva ottenuto la sua custodia e l’aveva trasferita nella neonatale dell’ospedale per bambini di Franciscan.

Essendo una prematura in terapia intensiva neonatale (NICU), aveva bisogno di un sondino per l’alimentazione e i suoi polmoni necessitavano di cure particolari.

Durante i cinque mesi di permanenza in ospedale, Gisele non aveva avuto un solo visitatore. I servizi sociali stavano cercando di collocare Gisele in una famiglia affidataria quando Smith l’ha incontrata.

Per diversi mesi dopo la sua nascita, questa bambina non ha avuto visitatori: guarda il video per saperne di più sulla sua vita

“Adotterò questa bambina,” sapeva nel momento in cui l’ha vista. “Sarò la sua madre,” ha annunciato.

Questa non era la vita che Smith aveva immaginato per sé come madre. Aveva un carattere gentile e premuroso e aveva sempre desiderato essere madre.

La madre di Smith era morta a 19 anni a causa di un cancro al fegato quando lei stava crescendo ad Andover, Massachusetts. Aveva deciso di onorare sua madre seguendo le sue orme.

“Mia madre era un’infermiera pediatrica che si preoccupava sempre degli altri. Ecco perché volevo diventare un’infermiera.”

Smith era la figlia di mezzo, con due fratelli e due sorelle, ed era triste quando i suoi fratelli hanno iniziato a formare le proprie famiglie.

“Non avrei mai immaginato che sarebbe stato così difficile diventare madre. È un bisogno che si può cercare di ignorare facendo altre cose, ma non scompare mai.”

Smith si era rapidamente affermata come “la miglior zia del mondo” per 13 nipoti, ma desiderava di più.

“Ho sempre visto Liz come una madre, dato che è una persona naturalmente premurosa,” ha detto sua sorella Elly Smith, 40 anni.

Per diversi mesi dopo la sua nascita, questa bambina non ha avuto visitatori: guarda il video per saperne di più sulla sua vita

Smith aveva esaminato altre opzioni, ma non poteva permettersi la fecondazione in vitro e non voleva adottare. Gisele, d’altra parte, le ha fatto cambiare idea.

“C’era qualcosa nei suoi bellissimi occhi azzurri che ha attirato la mia attenzione dal momento in cui l’ho incontrata. Sentivo il bisogno di amare e proteggere questa bambina.”

Ha iniziato subito le pratiche per diventare la famiglia affidataria di Gisele, desiderosa di vedere la NICU preemie crescere in una bambina forte e sana.

Quando Gisele aveva 9 mesi, Smith ha potuto portarla a casa con l’accordo che lo Stato avrebbe continuato a cercare di riunirla con i suoi genitori biologici.

“Ero stupefatta che stesse accadendo mentre uscivo dal parcheggio dell’ospedale con Gisele e un’auto piena di attrezzature per neonati.

Mi sentivo sia felice che nervosa, perché sapevo di starmi dedicando completamente a una bambina che potrebbe non essere nella mia vita per sempre.”

Le autorità hanno subito stabilito che i genitori di Gisele non erano in grado di prendersi cura di lei, consentendo la sua adozione.

Per diversi mesi dopo la sua nascita, questa bambina non ha avuto visitatori: guarda il video per saperne di più sulla sua vita

La notizia ha entusiasmato e al tempo stesso rattristato Smith.

“È stato un giorno molto triste quando ho ricevuto la chiamata che avevano revocato i diritti genitoriali. La perdita di qualcun altro è stato il mio guadagno.

Quando stai vivendo un’esperienza che cambia la vita e qualcun altro la sta vivendo nella direzione opposta, è difficile esprimere come ti senti. Il risultato finale è una tragedia per un’altra famiglia.”

Per diversi mesi dopo la sua nascita, questa bambina non ha avuto visitatori: guarda il video per saperne di più sulla sua vita

Sotto l’amorevole cura di Smith, la NICU preemie è cresciuta e nel 2018 è stata ufficialmente accolta nella famiglia.

“Questa è il legame madre-figlia che mia sorella ha aspettato a lungo,” ha detto Phil Smith, 44 anni. È chiaro che si sono date reciprocamente un senso di completezza.”

Gisele ha ancora un sondino per l’alimentazione all’età di due anni, ma ha guadagnato 10 chili ed è appassionata di formaggio, avocado e pizza.

Ha fatto molta strada da quando era una prematura NICU all’ospedale per bambini di Franciscan. È energica e affettuosa.

Per saperne di più sulla loro incredibile storia, guarda il video qui sotto:

Valuta l'articolo
Aggiungi Un Commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Per diversi mesi dopo la sua nascita, questa bambina non ha avuto visitatori: guarda il video per saperne di più sulla sua vita
Un bambino straordinario è stato adottato da una donna: ecco come è ora, diversi anni dopo