La madre raccoglie la sua bambina di 6 mesi all’asilo nido e scopre che tutto il corpo è coperto di morsi e lividi

Le scuole dell’infanzia e i centri per l’infanzia dovrebbero essere i luoghi più sicuri per i bambini piccoli, ma purtroppo non è sempre così.

La madre raccoglie la sua bambina di 6 mesi all'asilo nido e scopre che tutto il corpo è coperto di morsi e lividi

Storie di bambini e neonati lasciati incustoditi sono qualcosa di cui sentiamo parlare troppo spesso.

La straziante storia di Zuri Rose Camara, una bambina di 6 mesi, si è diffusa come un incendio dopo che

la proprietaria del centro per l’infanzia dove è stata ferita ha rifiutato di assumersi la responsabilità dell’incidente.

Quel giorno sembrava essere come gli altri quando la madre di Zuri, Anari Ormond, ha lasciato la bambina al J&A Nursery a Newark, New York.

Tuttavia, un paio d’ore dopo, Ormond ha ricevuto una chiamata dalla proprietaria del centro per l’infanzia chiedendole di venire il prima possibile.

La madre raccoglie la sua bambina di 6 mesi all'asilo nido e scopre che tutto il corpo è coperto di morsi e lividi

Ormond ha preso panico perché non aveva idea di cosa aspettarsi.

Quando è arrivata al centro, la proprietaria le ha detto come Zuri fosse stata ferita perché era stata lasciata “non sorvegliata intorno a un bambino di 2 anni”.

“La proprietaria ha iniziato a raccontare una storia dicendo che era salita al piano di sopra per prendere il Neosporin e che

era caduta giù per le scale mentre teneva mia figlia ed era stata gravemente contusa”, ha riferito la madre frustrata

La vista della bambina coperta di lividi e graffi era spaventosa. Il suo viso e il corpo erano gonfi ed era evidente che provava dolore.

Ormond ha portato subito Zuri all’ospedale St. Barnabas, dove le è stato detto che la bambina aveva subito una “lieve commozione cerebrale”.

La madre raccoglie la sua bambina di 6 mesi all'asilo nido e scopre che tutto il corpo è coperto di morsi e lividi

“Siamo andati subito in ospedale.

Hanno fatto immediatamente una tomografia computerizzata della sua testa solo per assicurarsi che non ci fosse trauma cranico. Non c’era sanguinamento interno”, ha detto.

Zuri è stata prescritta antibiotici, ma le sue ossa erano ancora troppo piccole per un’ecografia che mostrasse se avesse subito lesioni interne.

“Mi sentivo così debole sapendo che la mia bambina è così indifesa e non poteva difendersi né dirmi cosa fosse successo. Mi sentivo così sconfitta. Pensavo di fare la cosa migliore per lei”.

La madre preoccupata è andata in commissariato per denunciare l’incidente, ma i proprietari del centro per l’infanzia non hanno collaborato.

La madre raccoglie la sua bambina di 6 mesi all'asilo nido e scopre che tutto il corpo è coperto di morsi e lividi

Hanno offerto molte storie diverse che si discostavano dalla verità.

Consapevole dell’impatto dei social media, Ormond ha usato Instagram per sensibilizzare sul trascurare che avviene nei centri dove dovrebbero prendersi cura dei bambini.

Una volta che la storia ha attirato l’attenzione del pubblico, il Dipartimento per i Servizi Sociali del New Jersey ha rilasciato una dichiarazione ad ABC7NY, dicendo:

“I nostri registri non mostrano una licenza di esercizio o registrazione per J&A Nursery a Newark.

Si noti che le Case per la Cura dei Bambini in Famiglia possono operare nel New Jersey, senza licenza, se si occupano di cinque o meno bambini non correlati.

Tuttavia, se i programmi desiderano ricevere sussidi federali, devono registrarsi volontariamente presso il Dipartimento per i Servizi Sociali e conformarsi alle normative applicabili.

Fornire assistenza a più di cinque bambini non correlati richiede una licenza per il centro per la cura dei bambini, e operare senza tale licenza può sottoporre l’operatore a perseguimento penale”.

La madre raccoglie la sua bambina di 6 mesi all'asilo nido e scopre che tutto il corpo è coperto di morsi e lividi

Fortunatamente, gli sforzi di Ormond per fare chiarezza sull’incidente hanno avuto successo,

poiché ha ricevuto un messaggio che annunciava la chiusura del luogo e che la proprietaria sarebbe comparsa in tribunale.

L’operatrice del J&A Nursery, Lisa Muhammad, ha ricevuto citazioni per fastidi, mancata ottenzione di un certificato di abitabilità, mancata ottenzione di una licenza e mancata fornitura di porte adeguate per un’uscita.

Il suo “asilo”, che consisteva in culle e un’area giochi nel seminterrato, è stato chiuso nel novembre. Al momento, Ormond sta facendo del suo meglio per presentare denunce penali contro Muhammad.

Valuta l'articolo
Aggiungi Un Commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

La madre raccoglie la sua bambina di 6 mesi all’asilo nido e scopre che tutto il corpo è coperto di morsi e lividi
Un giovane cerbiatto è collassato sulla strada, sembrava spezzato: vedi cosa è accaduto nella storia emozionante