Un neonato nato alla ventiduesima settimana finalmente torna a casa dopo aver trascorso più di 6 mesi in NICU

Un neonato prematuro, il paziente più longevo in un ospedale di Boston, ha sfidato tutte le probabilità per tornare a casa dopo aver trascorso più di sei mesi lì.

La sua madre felice, Shana Alexander, dice: ”Pensi solo a superare il giorno successivo, il giorno dopo, il giorno dopo,” ha detto.

La madre ha letteralmente contato i giorni, ”Duecento e due giorni successivi,” è quanto a lungo la preziosa famiglia di Shana è rimasta e ha osservato il loro figlio Abel lottare per sopravvivere.

Un neonato nato alla ventiduesima settimana finalmente torna a casa dopo aver trascorso più di 6 mesi in NICU

Abel aveva solo 22 settimane quando è nato il 28 ottobre.

”Mi sono svegliata intubata. Non sapevo se il bambino ce l’aveva fatta. Non sapevo se era un ragazzo o una ragazza,” ha detto Shana.

Un neonato nato alla ventiduesima settimana finalmente torna a casa dopo aver trascorso più di 6 mesi in NICU

Pesava una libbra e otto once e non c’era una buona prospettiva per la sua sopravvivenza.

”Volevano fare cure confortevoli due volte nelle prime tre settimane in cui è nato. I miei figli sono stati in grado di venire nella seconda settimana per dire addio,” ha detto.

Abel ha ricevuto buone cure dai team del Beth Israel’s e del Children’s per quasi sette mesi e ha continuato a sorprendere tutti con la sua forte volontà di vivere.

Shana ricorda il dolore che ha provato mentre aspettava in ospedale.

”Ti siedi in una stanza per molto tempo guardando altre famiglie – ho visto più di 50 bambini andarsene durante il mio soggiorno.

Abbiamo avuto più di 19 coinquilini. Pregate Dio spero che un giorno sarà anche per me,” ha detto Shana.

Ma Dio stava lavorando silenziosamente sullo sfondo e usando questa opportunità di angoscia per avvicinarli a Lui.

Shana e suo marito si sono aggrappati a Dio più che mai e sapevano che Lui li aveva protetti.

Shana dice: ”Mi ha avvicinato molto a Dio. I miei occhi sono aperti. Sono molto grato per molto altro. Anche io avrei potuto morire quel giorno,” ha detto Shana.

Le loro preghiere sono finalmente state esaudite e questa domenica il piccolo Abel torna a casa a Wilmington per unirsi ai suoi genitori e ai suoi 3 fratelli. Tutta la gloria a Dio.

Valuta l'articolo
Aggiungi Un Commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Un neonato nato alla ventiduesima settimana finalmente torna a casa dopo aver trascorso più di 6 mesi in NICU
Cerca di non ridere delle divertenti avventure da arrampicata nel letto dei gemellini: guarda il video qui