In una famiglia messicana è nata una figlia bianca: è maturata e sbocciata in una splendida giovane signora

I bambini sono un miracolo che deve essere amato, curato e valorizzato poiché sono la cosa più bella del mondo.

In una famiglia messicana è nata una figlia bianca: è maturata e sbocciata in una splendida giovane signora

Ma ricordatevi che i piccoli sono unici e non si possono rifiutare.

Edith e Raul Garcia del Messico avevano già una figlia e quando un’altra bambina doveva nascere, i genitori erano certi che sarebbe stata simile alla sorella o ai genitori.

In una famiglia messicana è nata una figlia bianca: è maturata e sbocciata in una splendida giovane signora

Tuttavia, sono rimasti sorpresi quando è nata una bambina completamente bianca.

I genitori hanno chiamato la loro figlia Tatyana, ma a casa tutti la chiamano “l’angelo biondo”. La madre di Tatyana è certa che sua figlia le sia stata mandata dal cielo come un dono.

In una famiglia messicana è nata una figlia bianca: è maturata e sbocciata in una splendida giovane signora

Crescono la ragazza affinché non abbia idee o complessi riguardo al suo aspetto.

A proposito, molte persone all’inizio non sanno che la ragazza è albina. Gli occhiali da sole di Tatiana sono l’unico oggetto che attira l’attenzione.

In una famiglia messicana è nata una figlia bianca: è maturata e sbocciata in una splendida giovane signora

Li deve indossare a causa dei suoi occhi sensibili.

E così la ragazza è assolutamente uguale a tutti i suoi coetanei: intelligente e socievole.

In una famiglia messicana è nata una figlia bianca: è maturata e sbocciata in una splendida giovane signora

Valuta l'articolo
Aggiungi Un Commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

In una famiglia messicana è nata una figlia bianca: è maturata e sbocciata in una splendida giovane signora
Un uomo senza una casa una volta ha trascorso la notte in aeroporto: ora, molti giovani uomini si sforzano di seguirne le orme