Una donna si sveglia nel bel mezzo della notte e scopre che suo marito non è nel letto, per poi trovarlo piangere in cucina

Una donna si sveglia nel bel mezzo della notte per scoprire che il suo coniuge non è nel letto.

Si mette il suo accappatoio e scende le scale alla sua ricerca. Lo trova seduto al tavolo della cucina, sorseggiando una tazza fumante di caffè.

Sembra perso nei suoi pensieri, fissando il muro. Osserva mentre lui asciuga una lacrima dagli occhi e sorseggia il caffè.

Una donna si sveglia nel bel mezzo della notte e scopre che suo marito non è nel letto, per poi trovarlo piangere in cucina

“Cosa c’è che non va, caro?” “Perché sei qui giù a quest’ora?” chiede mentre entra nella stanza.

“È il ventesimo anniversario del giorno in cui ci siamo conosciuti”, aggiunge il marito mentre alza la sua tazza di caffè.

Lei non può credere che lui si ricordi e inizia a piangere. “Ti ricordi quando abbiamo iniziato a frequentarci 20 anni fa? Avevo 18 anni e tu ne avevi solo 16”, dice seriamente il marito.

La moglie è commossa fino alle lacrime di nuovo. “Sì, mi ricordo”, risponde. Il marito prende fiato. Le parole erano difficili da trovare.

“Ti ricordi quando tuo padre ci ha scoperti nel sedile posteriore della mia auto?”, “Sì, me lo ricordo”, dice la moglie mentre si siede accanto a lui.

Una donna si sveglia nel bel mezzo della notte e scopre che suo marito non è nel letto, per poi trovarlo piangere in cucina

Il marito prosegue:

“Ti ricordi quando mi ha puntato una pistola in faccia e ha detto, ‘O sposi mia figlia o ti mando in prigione per 20 anni’?” “Sarei uscito oggi”, dice, asciugando un’altra lacrima dalla guancia.

Valuta l'articolo
Aggiungi Un Commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Una donna si sveglia nel bel mezzo della notte e scopre che suo marito non è nel letto, per poi trovarlo piangere in cucina
Questa donna aveva 52 anni quando ha sposato il diciassettenne: come la coppia vive 18 anni dopo