Attraverso la benevolenza degli altri, una vedova disperata trova speranza: un miracolo

Questa è una vera miracolosa storia pasquale! I genitori affranti staccano il loro figlio di 2 anni dai supporti vitali…

Quando i medici hanno detto ai genitori di un bambino di 2 anni sotto supporto vitale che non c’era più nulla che potessero fare, sono stati costretti a prendere una dolorosa decisione.

Ma questa storia di buone notizie è un incantevole ricordo che Dio è il padrone della vita e della morte! I genitori di Dylan Askin hanno avuto il loro peggior timore a Natale nel 2015.

Attraverso la benevolenza degli altri, una vedova disperata trova speranza: un miracolo

Mentre il bambino lottava per respirare, l’hanno portata di corsa in ospedale. Lì hanno ricevuto terribili notizie!

Dylan è stato diagnosticato con l’histiocitosi a cellule di Langerhans (LCH), un tipo molto raro di cancro ai polmoni.

Cisti ricoprivano i polmoni sfortunati del bambino a causa della condizione, costringendo uno di essi a collassare.

Le probabilità erano contro di lui, e le cose sono peggiorate ulteriormente dopo che contrasse una polmonite.

La condizione del bambino di 2 anni era critica il Venerdì Santo del 2016. I medici gli hanno detto che non potevano andare avanti.

“Ci hanno detto che le cose sembravano cupe e che non saremmo stati in grado di farlo tornare indietro,” ha rivelato la madre di Dylan, Kerry Askin.

Attraverso la benevolenza degli altri, una vedova disperata trova speranza: un miracolo

“Tutte le impostazioni delle macchine erano al massimo, e lui stava ancora lottando.

L’abbiamo chiamato, e tutta la sua famiglia ha viaggiato da ogni parte per dirgli addio, compreso suo fratello maggiore.”

I genitori di Dylan sono stati devastati, mentre assorbivano ciò che si prevedeva fossero le ultime ore di vita del loro figlio.

Kerry racconta: “Non avevo dormito per giorni prima. Non riuscivo a smettere di piangere.

Avevano chiuso una parte dell’unità in modo che potessimo rimanere entrambi con lui durante la notte perché loro pensavano potesse andarsene da un momento all’altro.

Cantavamo per lui, gli parlavamo e gli dicevamo addio tutto il tempo.” Ma anche in queste circostanze cupe, Dio stava ancora operando!

Attraverso la benevolenza degli altri, una vedova disperata trova speranza: un miracolo

La famiglia di Dylan ha deciso di interrompere la relazione il giorno successivo. I medici hanno iniziato a staccarlo dal supporto vitale.

Quindi è accaduta qualcosa di assolutamente inaspettato. Il battito cardiaco del bambino è tornato effettivamente alla normalità!

“Fermatevi! C’è ancora una lotta in lui!” ha detto Kerry ai medici. Con stupore, i medici e la famiglia di Dylan l’hanno visto diventare sempre più forte.

Attraverso la benevolenza degli altri, una vedova disperata trova speranza: un miracolo

Dylan ha continuato a migliorare. E Kerry sapeva che il recupero di suo figlio era dovuto a un intervento divino.

“Domenica di Pasqua era abbastanza stabile da farmi sentire abbastanza a mio agio da sdraiarmi. Ero forte in quella convinzione che lui fosse il nostro miracolo pasquale,” dice.

“Poi i suoi livelli di ossigeno hanno iniziato a risollevarsi, e ha cominciato a tornare da noi,” ha detto Kerry. Infatti, tutta la famiglia ha riconosciuto di aver assistito a un miracolo!

“Quando lo diciamo al nostro primogenito, lui dice: ‘È come Gesù’ – perché ne aveva appreso a scuola,” ricorda Kerry.

Un mese dopo essersi svegliato dal coma, Dylan stava abbastanza bene da tornare a casa. E due anni dopo, è felice, in salute e privo di cancro!

Il recupero di Dylan non è stato l’unico ricordo di Dio al lavoro in questa storia ispiratrice su un bambino di 2 anni sotto supporto vitale.

La famiglia Askin ha sperimentato l’amore di Cristo durante la sofferenza attraverso CLIC Sargent, un’organizzazione che assiste le famiglie con bambini malati di cancro.

Attraverso la benevolenza degli altri, una vedova disperata trova speranza: un miracolo

Un assistente sociale è stato assegnato alla famiglia dalla fondazione benefica, che li ha aiutati a trovare fondi per affrontare le spese mediche.

Anche nel bilanciare i loro soggiorni in ospedale e le riunioni, aiutando nel contempo il loro figlio maggiore, Logan, con i suoi compiti scolastici.

“Mentre vivevamo in ospedale, alleviava molto stress per noi, ed era una cosa in meno di cui preoccuparsi,” ha dichiarato Kerry.

“Significava che avremmo potuto trascorrere più tempo con i nostri figli. Ci ha insegnato l’importanza di trascorrere del tempo con loro.

CLIC Sargent ci ha regalato un dono inestimabile: tempo con nostro figlio quando pensavamo di non avere molto tempo rimasto.”

Ora la famiglia di Dylan dedica tempo a lavorare con CLIC Sargent per aiutare altre famiglie che affrontano bambini malati di cancro.

Ogni Pasqua commemorano non solo la resurrezione di Gesù, ma anche il meraviglioso miracolo di Dio nella vita di Dylan!

Valuta l'articolo
Aggiungi Un Commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: