Ecco perché Carol Burnett è eternamente grata alla sua amica Lucille Ball: la loro storia commovente

La rivoluzionaria serie televisiva di Carol Burnett, “The Carol Burnett Show”,

il primo programma di sketch comedy presentato da una donna, ha aperto la strada a una generazione di comiche e produttrici.

Prima di diventare famosa, Burnett, una giovane attrice di 25 anni proveniente da New York, cercava qualcuno da ammirare.

Ecco perché Carol Burnett è eternamente grata alla sua amica Lucille Ball: la loro storia commovente

L’ha trovato in Lucille Ball dopo un incontro casuale una sera nel 1959 con una compagna di una vita.

Burnett era nata e cresciuta a Hollywood e aveva ottenuto una laurea in teatro all’UCLA prima di trasferirsi a New York nel 1954 per intraprendere la carriera di attrice.

Dopo alcune piccole apparizioni in TV e la famosa canzone parodistica “I Made a Fool of Myself Over John Foster Dulles”,

che ha cantato a The Tonight Show e The Ed Sullivan Show, la Burnett, all’età di 25 anni, ha ottenuto un ruolo nella produzione off-Broadway di “Once Upon a Mattress”.

In un discorso Burnett ha ricordato di aver guardato fuori dal sipario nella seconda serata dell’evento e di aver visto Lucille Ball seduta nella seconda fila.

Ball, naturalmente, aveva recitato nella amata commedia “I Love Lucy”, che aveva concluso la sua corsa di sei stagioni appena due anni prima.

Ecco perché Carol Burnett è eternamente grata alla sua amica Lucille Ball: la loro storia commovente

“Ero più nervosa nel vederla che nell’apertura della serata”, ha ammesso Burnett.

Ball è arrivata dietro le quinte dopo lo spettacolo. Per 30 minuti, le due parlavano nel camerino di Burnett.

“Perché era più grande di 22 anni di me”, ha detto Burnett, “mi chiamava ‘bambina’”.

Lei ha detto: “Bambina, se hai mai bisogno di me per qualcosa, chiamami”, mentre si voltava per andarsene.

Burnett ha fatto quella chiamata alcuni anni dopo. CBS le ha chiesto di fare uno speciale di un’ora, ma solo se poteva portare un ospite famoso.

Ha chiamato Ball per vedere se avrebbe accettato la richiesta del produttore. Lei ha detto che sarebbe stata lì.

“Quando vuoi che venga?”, ha ricordato Burnett. E così è finitio. Zero Mostel è apparso anche in “Carol +2”, trasmesso con grande successo nel marzo del 1966.

Grazie al successo dello speciale, CBS ha consegnato a Burnett ciò che sarebbe diventato il suo biglietto d’oro per la fama: il suo spettacolo personale.

Ecco perché Carol Burnett è eternamente grata alla sua amica Lucille Ball: la loro storia commovente

Le due comici stravaganti erano diventate grandi amiche.

Ball avrebbe poi recitato come ospite in “The Carol Burnett Show” diverse volte dopo il suo lancio nel 1967.

Burnett ha preso il posto di Ball nello spettacolo sostitutivo di “I Love Lucy”, “The Lucy Show” (1962-68), in cambio di “Here’s Lucy” (1968-1974).

Nonostante il suo immenso successo da sola, Burnett ha continuato ad ammirare Ball, specialmente come collega donna nell’industria dell’intrattenimento dominata dagli uomini.

La capacità di Ball di comandare rispetto dal cast e dalla troupe durante le apparizioni come ospite in “The Lucy Show” ha sorpreso Burnett.

Ecco perché Carol Burnett è eternamente grata alla sua amica Lucille Ball: la loro storia commovente

Durante un’apparizione a Late Night with Seth Meyers nel 2015, Burnett ha commentato:

“Riusciva a dire cose che sentiva come avrebbe fatto un uomo”. “Come, cambiamo questo sketch, è brutto”.

Burnett e Ball sono andate a cena una volta mentre Burnett stava girando “The Carol Burnett Show”.

Burnett ha detto che Ball le ha parlato di un momento difficile che aveva avuto con la sua squadra di scrittori su “The Lucy Show”.

Ball, secondo Burnett, “gli ha detto in termini inequivocabili cosa non andava in quella sceneggiatura e come migliorarla”.

Dopo un altro drink, ha detto: “E, ragazzina, è lì che hanno aggiunto la ‘s’ alla fine del mio cognome”.

Le due sono rimaste amiche anche dopo la fine di “The Carol Burnett Show” nel 1978 (dopo aver ottenuto un record di 23 Emmy) e Ball era in gran parte scomparsa dai riflettori.

Ball è morta tragicamente il 26 aprile del 1989, giorno del compleanno di Burnett, all’età di 77 anni.

“Il mio compleanno, lei mi mandava sempre dei fiori”, ha ricordato Burnett. Quel pomeriggio ricevetti dei fiori da lei che dicevano: “Buon compleanno, bambina”.

Valuta l'articolo
Aggiungi Un Commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Ecco perché Carol Burnett è eternamente grata alla sua amica Lucille Ball: la loro storia commovente
Una ballerina di 25 anni sgridata per aver avuto una relazione con un ragazzo di 19 anni, il doppio della sua altezza