La madre di 45 anni è contenta di aver tenuto i gemelli con la sindrome di Down invece di darli in adozione

Non è una sorpresa che i bambini con la sindrome di Down vengano comunemente definiti “solari”.

Dopotutto, questi bambini sono noti per la loro cordialità, grande reattività, gioia genuina e filantropia.

Tuttavia, molti genitori restano sorpresi quando apprendono di questa condizione nei loro bambini non ancora nati.

La madre di 45 anni è contenta di aver tenuto i gemelli con la sindrome di Down invece di darli in adozione

Hanno bisogno di tempo per accettare la situazione attuale e sentirsi veramente soddisfatti.

Così J. McConnell, 45 anni, è rimasta sconvolta nel sapere che entrambi i suoi futuri gemelli avrebbero avuto una malattia genetica.

La sua inclinazione iniziale era di dare in adozione i ragazzi. Ma ha trovato la forza per affrontare le circostanze.

La madre di 45 anni è contenta di aver tenuto i gemelli con la sindrome di Down invece di darli in adozione

Guardando avanti, possiamo essere certi che la mamma non se ne sia pentita.

Julie e suo marito, Dan, hanno pianificato la gravidanza in modo consapevole e conoscevano i possibili rischi di concepire e portare avanti una gravidanza.

Ma desideravano tanto un’altra bambina e non volevano perdere l’occasione, nonostante la coppia avesse già quattro figli.

Quando la donna era già incinta, è stata sorpresa dalla notizia dei gemelli.  Ma altre notizie l’hanno sconvolta enormemente:

entrambi i ragazzi (secondo la conclusione dell’analisi del liquido amniotico effettuata a 15 settimane di gravidanza) dovevano nascere con la sindrome di Down.

Prima di formare una famiglia, ai McConnells erano stati comunicati i rischi di patologie legate all’età dei genitori.

I McConnells dicono che il giorno in cui sono stati diagnosticati i loro futuri figli è stato il giorno più triste delle loro vite e i mesi che sono seguiti sono stati terribilmente dolorosi e traumatici.

Julie e Dan erano spaventati perché non riuscivano a immaginare come avrebbero cresciuto bambini con bisogni speciali.

Tuttavia, dopo aver parlato con coppie che avevano già vissuto un’esperienza simile e aver ricevuto informazioni specifiche, è stato più facile per loro accettare la situazione attuale.

Durante la difficile gravidanza di Julie, i McConnells hanno letto molta letteratura sui giovani “solari” e hanno accettato come avrebbero cresciuto e comunicato con i loro gemelli.

La madre di 45 anni è contenta di aver tenuto i gemelli con la sindrome di Down invece di darli in adozione

La paura della loro nascita è svanita nel tempo, sostituita dalla fiducia e dalla tranquillità.

Quando la signora ha visto i suoi gemelli per la prima volta, ha provato una gioia immensa e ha capito l’errore che avrebbe potuto commettere.

“Guardandoli mi fa battere il cuore!” concorda Julie. Finora, i McConnells sono soddisfatti. I Gemelli sono universalmente amati!

La loro famiglia si prende cura di loro e sono spesso colpiti dai piccoli ragazzi divertenti e di buon carattere.

La madre di 45 anni è contenta di aver tenuto i gemelli con la sindrome di Down invece di darli in adozione

I fratelli maggiori sono sempre pronti a sostenere, proteggere e assistere i bambini.

Andy, che ha tre anni, ad esempio, presenta sempre Charlie e Milo alle nuove persone e porta dietro di loro i loro giocattoli preferiti (in particolare le bambole amate dai gemelli).

Tutti sono consapevoli che la possibilità di avere un bambino speciale aumenta con l’età della madre in attesa.

Quindi, all’età di 25 anni, la probabilità di avere un bambino con la sindrome di Down è di 1 su 1400, ma dopo i 40 anni è di circa 1 su 60.

La madre di 45 anni è contenta di aver tenuto i gemelli con la sindrome di Down invece di darli in adozione

Tuttavia, la probabilità di avere gemelli identici con un’anomalia genetica simile è di circa 14 su 1.000.000 di persone.

Cercano di trascorrere più tempo con i bambini, ma sono molto preoccupati per il loro futuro: come gli altri li tratteranno, se i loro figli saranno abusati e presi in giro, come si realizzeranno in futuro.

Ma questo è già dopo… Nel frattempo, la famiglia McConnell è felice e gode di ogni giorno che vivono! Auguriamo loro anche successo nell’educazione dei bambini e prosperità!

Valuta l'articolo
Aggiungi Un Commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

La madre di 45 anni è contenta di aver tenuto i gemelli con la sindrome di Down invece di darli in adozione
Incredibile: Simon Cowell è scoppiato in lacrime, mentre guardava questa performance