Ogni settimana, un bambino con la sindrome di Down implora di visitare il suo amico preferito al supermercato

Non si sa mai quando si incontrerà qualcuno che condivide le tue passioni. Può persino succedere quando sei al supermercato.

Allyson, una genitore impegnata, ha visto suo figlio di due anni, Charlie, avviare una conversazione con un addetto alla confezione al Kroger locale.

Erin, una giovane donna che confezionava la loro spesa, ha notato l’aspetto fisico insolito di Charlie e ha chiesto con titubanza se il bambino avesse la sindrome di Down.

Ogni settimana, un bambino con la sindrome di Down implora di visitare il suo amico preferito al supermercato

Erin ha informato che anche lei aveva la sindrome di Down dopo che Allyson ha confermato che Charlie ne era affetto.

Da allora, Erin e Charlie sono diventati amici. Da allora, si sono impegnati a passare al negozio ogni martedì per salutare Erin.

“Posso stare dall’altra parte del negozio e lei mi vede, mi saluta e ci scambiamo i saluti,” ha risposto Allyson con un sorriso, “È gentile con tutti, non solo con me.”

Ogni settimana, un bambino con la sindrome di Down implora di visitare il suo amico preferito al supermercato

Erin di solito fa aiutare Charlie a confezionare la loro spesa al negozio. Lo fa anche fare un giro sul carrello della spesa, correndo su e giù per i corridoi, mentre Charlie ride di gioia.

Erin pensa di aver riconosciuto un’anima gemella nel momento in cui ha guardato Charlie negli occhi. “Quando mi ha guardato con i suoi occhi, ho sentito una forte connessione.”

Ogni settimana, un bambino con la sindrome di Down implora di visitare il suo amico preferito al supermercato

“Potevo dire che era connesso a me dai suoi occhi”, ha detto.

Allyson crede che vedere Erin lavorare duramente e socializzare le dia speranza per il futuro di suo figlio.

Ogni settimana, un bambino con la sindrome di Down implora di visitare il suo amico preferito al supermercato

“Ogni volta che vedi una persona con bisogni speciali sul posto di lavoro,

è sempre fonte di ispirazione per me perché dimostra al resto del mondo che potrebbe avere dubbi o preoccupazioni che anche loro possono farlo”, ha detto Allyson.

“Mi dà speranza per il futuro di Charlie e per tutte le cose di cui potrebbe essere capace.” Non si sa mai dove si incontrerà il tuo nuovo migliore amico.

Siamo così felici che Erin e Charlie si siano conosciuti, e speriamo che il loro rituale del martedì al Kroger continui per molti meravigliosi anni di amicizia.

 

Valuta l'articolo
Aggiungi Un Commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Ogni settimana, un bambino con la sindrome di Down implora di visitare il suo amico preferito al supermercato
I fan notano dettaglio preoccupante nella nuova foto di Martha Stewart, 82 anni – e tutti stanno dicendo la stessa cosa