Un modello da seguire per la prossima generazione: cosa fa il signore di 76 anni per aiutare i giovani

Molti pensionati trovano hobby o addirittura occupazioni part-time per occupare il loro tempo libero dopo che la loro carriera è terminata.

Un modello da seguire per la prossima generazione: cosa fa il signore di 76 anni per aiutare i giovani

Tuttavia, Paul Gethius ha scelto un modo insolito per trascorrere il suo tempo libero.

Negli ultimi otto anni, il 76enne ex tossicologo ambientale ha aiutato gli studenti universitari a basso reddito di New York a raggiungere l’università.

Ha volato per oltre 64.000 miglia in otto anni, trasportando gli studenti verso università e college a New York e riportandoli a casa.

Un modello da seguire per la prossima generazione: cosa fa il signore di 76 anni per aiutare i giovani

Si è assicurato che potessero frequentare l’istituto di istruzione e poi tornare a casa per le vacanze.

Le visite di Paul ai college, dove accoglie gli studenti felici con zaini pieni di regali natalizi, sono diventate routine.

Nonostante i giovani che porta con sé non siano suoi parenti. Durante il periodo delle vacanze, Paul guida spesso per 1.000 miglia o più nel suo Chevrolet Tahoe.

Dopotutto, è fondamentale che i ragazzi trascorrano le vacanze con le loro famiglie e poi tornino a scuola. Fa molto più che offrire solo il trasporto.

Il pensionato stampa anche elenchi di ristoranti lungo le strade che percorre in modo che gli studenti possano scegliere dove vorrebbero mangiare.

Un modello da seguire per la prossima generazione: cosa fa il signore di 76 anni per aiutare i giovani

Quando fanno una sosta, lui paga sempre. “Non sto chiedendo, sto solo dicendo che pagherò io”, dice Paul. Paul è di Syracuse.

Sebbene eviti il traffico a New York, raggiunge l’Università di Buffalo e l’Istituto di Tecnologia di Rochester, che rappresenta una corsa di cinque ore andata e ritorno.

Un modello da seguire per la prossima generazione: cosa fa il signore di 76 anni per aiutare i giovani

“Amo guidare e amo questi ragazzi.

È una benedizione e un privilegio far parte della vita di questi ragazzi, anche solo per poche ore, per conoscerli e ascoltare le loro storie”, dice Paul.

Valuta l'articolo
Aggiungi Un Commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Un modello da seguire per la prossima generazione: cosa fa il signore di 76 anni per aiutare i giovani
Un’incredibile scoperta di una giovane ragazza: una vera meraviglia