Un neonato affetto dalla sindrome di Down, che è stato respinto da un’agenzia di moda, diventa popolare e ottiene una campagna pubblicitaria

Viviamo in un’epoca in cui la pubblicità e altri tipi di promozione stanno evolvendo per riflettere meglio la società nel suo insieme.

Le aziende di moda hanno recentemente mostrato sostegno verso modelli più anziani, modelli di taglie forti e modelli con disabilità.

Hanno anche ridotto il ritocco fotografico. Questo adorabile bambino è stato respinto da un’agenzia di moda perché ha la sindrome di Down.

Tuttavia, c’è ancora molta strada da fare. Quando una madre preoccupata ha portato delle foto di suo figlio da Oshkosh B’Gosh, l’azienda ha rifiutato di utilizzarlo come modello.

Un neonato affetto dalla sindrome di Down, che è stato respinto da un'agenzia di moda, diventa popolare e ottiene una campagna pubblicitaria

Cosa è successo? È nato con la sindrome di Down.

Meagan Nash e la sua famiglia vivono nello stato della Georgia negli Stati Uniti.

Meagan è stata entusiasta quando il marchio di abbigliamento per bambini ha annunciato che stavano cercando modelli e ha inviato immagini del suo figlio di 15 mesi, Asher.

Il bambino era esattamente ciò di cui l’azienda aveva bisogno. Aveva l’altezza appropriata e i suoi capelli e gli occhi avevano la sfumatura giusta.

Un neonato affetto dalla sindrome di Down, che è stato respinto da un'agenzia di moda, diventa popolare e ottiene una campagna pubblicitaria

Tuttavia, Meagan non ha ricevuto risposta dopo aver inviato le immagini di suo figlio.

Quando Meagan ha contattato l’azienda, le è stato comunicato che non volevano utilizzare Asher nella loro prossima campagna perché non volevano “un bambino con bisogni speciali”.

Meagan era furiosa e sconvolta. Capiva che non a tutti i bambini viene data l’opportunità di essere modelli, ma rifiutare suo figlio solo perché aveva un cromosoma in più?

Meagan avrebbe voluto che l’azienda ci avesse riflettuto di più e capito quanto Asher avrebbe potuto aiutarli. Ha scelto di agire perché era arrabbiata.

Un neonato affetto dalla sindrome di Down, che è stato respinto da un'agenzia di moda, diventa popolare e ottiene una campagna pubblicitaria

Ha pubblicato le foto di suo figlio Asher nel gruppo di Facebook “Bambini con la sindrome di Down”.

Le foto di Asher, indossando una camicia in denim blu e una cravatta a farfalla di Crystal Barbee sono diventate subito un successo.

Meagan ha scritto la seguente lettera all’azienda che aveva rifiutato suo figlio: Campagna pubblicitaria rifiuta questo bambino adorabile ‘perché ha la sindrome di Down’.

Un neonato affetto dalla sindrome di Down, che è stato respinto da un'agenzia di moda, diventa popolare e ottiene una campagna pubblicitaria

Al momento in cui è stato pubblicato questo, oltre 100,000 persone avevano messo mi piace sulle immagini di Asher su Facebook.

“Stiamo lavorando con l’organizzazione Cambiare il Volto della Bellezza e cercando di convincere Oshkosh a utilizzarlo nelle loro pubblicità”,

ha scritto Meagan nell’articolo, sottolineando che suo figlio era stato respinto da un’agenzia piuttosto che dal produttore di abbigliamento.

Valuta l'articolo
Aggiungi Un Commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Un neonato affetto dalla sindrome di Down, che è stato respinto da un’agenzia di moda, diventa popolare e ottiene una campagna pubblicitaria
Una giovane donna di colore scrive una commovente lettera ai suoi genitori adottivi, lodandoli per la loro instancabile dedizione