Clint Eastwood rivela una storia su cui è rimasto in silenzio per oltre 60 anni

L’attore e regista Clint Eastwood è una figura amata e ben conosciuta.

Oltre al suo impegno politico, ha vinto numerosi premi cinematografici per i suoi ruoli più noti ed è da tempo considerato una rappresentazione della mascolinità.

Nonostante il celebre artista di 93 anni non parli molto della sua vita personale, è stato coinvolto in diverse relazioni. Ha sette figli ed è stato sposato due volte.

Clint Eastwood rivela una storia su cui è rimasto in silenzio per oltre 60 anni

Ma Eastwood ha appena rivelato una storia che lo collega a uno dei suoi film più famosi e di cui non ha parlato per molto tempo.

La star del cinema più longeva di Hollywood è nata a San Francisco nel 1930, durante il culmine della Grande Depressione. Suo fratello è più giovane.

Dato il lavoro del padre nell’industria siderurgica, la famiglia si è spostata frequentemente. Di conseguenza, il bambino è nato con un peso incredibile di undici libbre e sei once.

Clint Eastwood rivela una storia su cui è rimasto in silenzio per oltre 60 anni

Gli è stato dato il nome Samson. Alla fine, misurava sei piedi quattro pollici.

Tuttavia, molte persone non sono a conoscenza del fatto che Eastwood era un passeggero su un jet della Marina durante la Seconda Guerra Mondiale che si è schiantato nell’Oceano Pacifico all’età di 21 anni.

In un’intervista, Eastwood ha dichiarato: “Stavo facendo l’autostop da Seattle fino ad Almeda”. Siamo precipitati nell’Oceano Pacifico al largo della costa di Point Reyes, California, durante una tempesta.

Clint Eastwood rivela una storia su cui è rimasto in silenzio per oltre 60 anni

Mi sono ritrovato in mare, nuotando per diverse miglia in direzione della costa. “Beh, 21 anni non è quanto una persona vorrebbe vivere”, ricordo di aver pensato in quel momento.

Quando Eastwood ha raggiunto infine la terraferma nel Pacifico, aveva trascorso ore nuotando tra le alghe e aveva scalato una collina per fare una chiamata di soccorso.

Clint Eastwood rivela una storia su cui è rimasto in silenzio per oltre 60 anni

Questa esperienza è stata utile nel 2016 quando ha diretto il film biografico con Tom Hanks, “Sully: Miracle on the Hudson”.

L’atterraggio di emergenza nel fiume Hudson del volo 1549 della US Airways nel 2009, in cui tutti i 155 passeggeri e membri dell’equipaggio furono salvati, è mostrato nel film molto apprezzato.

Clint Eastwood rivela una storia su cui è rimasto in silenzio per oltre 60 anni

Il capitano Chesley “Sully” Sullenberger ha preso la decisione improvvisa di atterrare il jet nel freddo fiume Hudson, ma i suoi superiori alla fine l’hanno contradito.

“Immagino che se fossi stato nei panni del pilota, avrei rischiato un atterraggio in acqua invece di andare da qualche parte senza pista”, ha dichiarato Eastwood in un’intervista al The Telegraph.

Clint Eastwood rivela una storia su cui è rimasto in silenzio per oltre 60 anni

Naturalmente, Sully conosceva bene quella zona. Ha scelto il luogo ideale. “Sapeva che qualcuno li avrebbe visti.”

Sully ha effettuato un atterraggio spettacolare, salvando molte vite, ma ciò che ha affascinato Eastwood ancora di più è ciò che è successo dopo.

Clint Eastwood rivela una storia su cui è rimasto in silenzio per oltre 60 anni

Eastwood ha commentato:

“Chi mantiene la calma di fronte all’avversità e riesce a risolvere i conflitti senza perdere la calma è qualcuno di carattere superiore e affascinante da guardare al cinema.”

Il vero problema, secondo me, è emerso quando la commissione d’inchiesta ha messo in discussione le sue scelte nonostante avesse salvato molte vite.

Valuta l'articolo
Aggiungi Un Commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Clint Eastwood rivela una storia su cui è rimasto in silenzio per oltre 60 anni
Il potere del trucco: una truccatrice ha trasformato una donna che non si prendeva cura di sé stessa da molto tempo